RSS

L'inizio è sempre difficile...

Primo post di un nuovo blog. E da dove si comincia?
Forse devo spiegare perché, avendone già uno su un'altra piattaforma, un blog bilingue italiano/inglese, ho deciso di aprirne uno anche qui? Sì, forse è la cosa più sensata da fare...
La verità è che mi sono accostata a un mucchio di blog su questa piattaforma, e non blog qualunque, ma blog di mamme. E qui sta il nocciolo della questione.
Io sono una mamma. Cavolo. L'ho detto. Ho fatto outing.
Lo so, essendo quasi di 28 settimane forse avrei dovuto realizzare questa cosa un po' prima. Avrei dovuto forse sentirmi mamma fin dalla prima volta che ho visto quello che all'epoca era un fagiolo con dei pallini tondi al posto delle manine, nemmeno fosse figlio di Doraemon. Oppure quando lo sentii la prima volta, ormai undici settimane fa circa, una specie di bollicina che dalla parte puù interna di me saliva verso la superficie della pancia all'epoca ancora appena appena tondeggiante.
Ricordo la commozione, la gioia, l'emozione.
Ma negli ultimi tre o quattro giorni sono stata assalita dal TERRORE, puro e semplice. Roba che mi sono improvvisamente fermata a pensare: "Oddio, a maggio sarò mamma. No, dico, sarò mamma."
Non sarai più un cosetto impegnato a rincorrersi da solo facendo capriole, come quei cuccioli di cane che si inseguono la coda, dentro la mia pancia ormai decisamente tonda. Niente più trapezio appeso alle mie costole, basta test di flessibilità della gabbia toracica e crash test con la mia vescica. Non sarai più invisibile. Non ti sbircerò più a settimane alterne in un'ecografia. Sarai presente, concretamente. Sarai un peso tra le mie braccia. Sarai i suoni che farai poppando e i quelli più forti di quando piangerai forte per chiamarci perché ancora non saprai dire mamma o babbo. E sarai gli odori del borotalco e anche quelli decisamente meno poetici del pannollino sporco.
Cavolo. Che strizza. E chi sa fare tutto questo? Non sono pronta? O forse sì? basta il fatto che io ti ami alla follia? Chissà. Panico. Ugh.
E quindi, per tornare a monte del post, questa improvvisa rivelazione mi sta facendo sentire scissa in due. da una parte la me stessa dell'altro blog, che ho riletto tutto da capo. La me stessa che è figlia, che studia, che va a stare con il suo uomo, che esce, che beve, che legge libri e cerca lavoro, ma che ancora si appartiene del tutto. E adesso la me stessa mamma apprendista, che non si sente più sua ma di un altro, un altro che tra l'altro non ha ancora visto.
Perciò, ecco il nuovo inizio. Un blog dove questa seconda me stessa potrà parlare, sparare sciocchezze, sfogarsi, riflettere e cercare l'equilibrio con la prima me stessa che vivrà sull'altro blog. Moltissimi post di certo, a parte la lingua, saranno uguali. Ma magari ce ne saranno anche di diversi. Chissà.
Eccomi qui.

2 commenti:

bismama 2.0 ha detto...

Sono la tua prima fan :-)))

Airin ha detto...

@bismama
Benvenuta e grazie! :)

Posta un commento

Grazie del commento, e ripassa da qua!^^